04 FEBBRAIO 2020 / Anteprime

Dig your Way Out

Dig Your Way Out nasce da una campagna di successo su KickStarter da parte della Borderline Editions conclusasi nel luglio 2019. L'autore, David Simide, è un esordiente, mentre il comparto grafico presenta un nome diventato celebre negli ultimi anni: Mihajlo Dimitrievski. Da qualche settimana i ragazzi della 3 Emme Games hanno confermato che il gioco verrà localizzato in italiano e dovrebbe vedere la luce durante il mese di marzo 2020. Il titolo, che ha raccolto quasi 90 mila Euro su Kickstarter, è diventato subito uno dei prodotti di punta nel catalogo della giovane casa editrice italiana.

Orange is the new black!

Come nel celeberrimo telefilm, il gioco è ambientato in un carcere. Ogni giocatore veste i panni di un detenuto che ha come unico chiodo fisso quello di evadere. Sarà infatti il primo giocatore che costruirà un tunnel talmente lungo da permettergli di scappare a vincere. Il gioco è disponibile da 2 a 6 giocatori e offre due varianti che verranno introdotte successivamente.


La mappa del carcere in tutta la sua bruttezza.

Nonostante l'ambientazione particolare, il gioco si presenta come un family game di taglio medio, con una profondità strategica bassa e una presenza di alea importante anche se non fondamentale.

Durante il gioco si accumuleranno punti tunnel tramite particolari carte strumento (cucchiai, picconi e pale). Chi raggiungerà una determinata soglia di punti, dinamica in base al numero di giocatori presenti al tavolo, vincerà immediatamente in quanto primo a fuggire.

Azioni, carte e gang

Durante il proprio turno i giocatori avranno a disposizione due punti azione da spendere tra una decina di possibili azioni. Potranno muoversi tra le 4 location del carcere, ottenere carte, lavorare al tunnel, curarsi e partecipare ad una Gang. Le carte, divise in diverse tipologie, possono essere ottenute cercando nelle varie location, tramite un Mercato Nero (dove le monete sono rappresentate da sigarette) o estorcendole agli avversari, sfruttando le carte armi.

Tramite le estorsioni i giocatori potranno subire danni che, se non curati, potranno limitare l'assortimento delle azioni disponibili.

Inoltre cedendo determinati Attrezzi, sarà possibile partecipare ad una delle 6 gang presenti nel carcere. Questo permetterà di avere una azione bonus, oltre alle 2 a disposizione, in base alla gang alla quale si è scelto di partecipare.

Una azione bonus può anche essere offerta dalle carte Precedenti, diverse per ogni giocatore e attivabili solamente una volta per partita.

Nessuno vi vieterà di scavare con un cucchiaio, ma forse non sarà la scelta migliore che potrete fare.

Altre modalità: Michel e Michelle e il gioco a squadre

Tra i vari componenti del gioco ci saranno anche due personaggi particolari che potranno essere aggiunti ad ogni partita, in particolare a quelle in due giocatori, per creare situazioni più pericolose nel carcere. Questi automi si potranno muovere (tramite il tiro di un dado) e potranno estorcere carte esattamente come fossero dei veri giocatori.

Nel regolamento è inoltre presente una modalità a squadre che premette situazioni particolarmente interessanti. Questa variante è di fatto disponibile solamente in 4 o in 6 giocatori dovendo le squadre avere lo stesso numero di partecipanti.

Non farselo scappare

Il titolo mi sembra abbastanza divertente e non vedo l'ora di poterlo provare, magari sfruttando qualche fiera primaverile. L'esperienza a squadre è una di quelle caratteristiche poco presenti nei giochi da tavolo moderni e devo ammettere mi attira particolarmente.

Rinnovo i complimenti alla 3 Emme Games per essersi assicurati questo titolo.

Avatar di Alberto

Alberto

Programmatore e grande appassionato di eurogame. Scrive per testate di gioco e di programmazione. Ha sviluppato alcuni giochi per BGA nonostante non ami troppo giocare online.